Dolce Stil Nuoto

Chi siamoContattiConsigliaci  Seguici sui social  

DOLCE STIL NUOTO

Nuoto & Insegnamenti: l’Arte di essere resilienti 1

Nuoto & Insegnamenti: l’Arte di essere resilienti

L’articolo di oggi non parla solo di nuoto: parla dell’atleta in senso assoluto e dell’importanza dell’essere resilienti nel nuoto, o nello sport, come nella vita.

Cos’è la resilienza?

La resilienza è quella caratteristica, quella capacità che permette agli individui di superare i traumi, le difficoltà, le sconfitte con perseveranza e con determinazione permettendogli così di raggiungere poi i propri obiettivi.

I nuotatori sono spesso definiti come degli sportivi resilienti, questo perché la strada che ti porta a essere competitivo nel nuoto è molto lunga. Di fatto, non è vero che Nuotatori si nasce. Nuotatori lo si diventa piano piano, una bracciata alla volta, una gocciolina negli occhialini alla volta. Nuotatori lo si diventa lentamente, allenamento dopo allenamento, sacrificio dopo sacrificio.

Con perseveranza e determinazione, qualità che giorno dopo giorno ci rendono esseri speciali, perché per diventare Nuotatori devi rialzarti dopo migliaia di cadute, combattendo contro un cronometro che oscilla continuamente dall’essere il tuo miglior amico all’essere il tuo peggior nemico.

ASCOLTA IL PODCAST

I risultati nel nuoto non arrivano subito e anche quando arrivano poi spesso non segue quel progressivo miglioramento che speriamo. Insomma, la strada nel nuoto, così come nello sport, non è mai in discesa. Occorre allenarsi continuamente, ancora e ancora, anche quando i risultati non arrivano, soprattutto quando i risultati non arrivano.

Ok, so a cosa state pensando: ma quando i risultati non arrivano proprio, quando incaselliamo una sconfitta dopo l’altra, come si fa ad andare avanti? Non sarebbe molto più facile arrendersi?

No. Occorre imparare a essere resilienti.

Ok, ma come si fa?

Beh, occorre avere la giusta motivazione, occorre essere positivi anche quando tutto va male. Bisogna imparare che i momenti no sono solo momentanei, che un passo alla volta, una bracciata alla volta, i risultati poi arrivano.

Arrendersi non è mai la soluzione. Perché non porta a niente.

Occorre lottare contro tutto e contro il mondo fino ad apprezzare il valore di un millesimo di secondo. Quello che inizi è un lungo processo che ti porta piano piano ad essere qualcun’altro, perché essere Nuotatore non vuol dire saper nuotare: vi è un abisso tra il saper nuotare e l’essere Nuotatori. Si diventa Nuotatori quando chiudendo gli occhi vedi una linea blu che scorre infinita, quando sentendo la parola svedesi ti scappa un sorriso.

E diventando nuotatori quell’arte di essere resiliente che hai imparato in piscina la applicherai anche nella vita di tutti i giorni. A scuola, al lavoro, in famiglia. Il nuoto ti insegna che non esiste difficoltà che non possa essere superata. Il nuoto ti insegna che non bisogna mai arrendersi.

Ed è importante e fondamentale capire che la testa è fondamentale nel nuoto: non serve solo per metterci la cuffia! La testa serve per imparare dalle esperienze, serve per fissare nuovi obiettivi, serve per avere continuamente le giuste motivazioni che ci diano la forza di andare avanti, ancora e ancora.

Solo così si possono raggiungere i risultati. Solo così si può vincere.

E questo è un po’ il motivo per cui abbiamo deciso di chiamare questo podcast “nuoto dunque sono”: perché il nuoto ti rende una persona diversa, ti insegna a essere paziente perché non puoi avere tutto e subito, ti insegna a essere sempre motivato, ti insegna a essere resiliente: non solo nello sport, ma anche – e forse soprattutto – nella vita. Nuoto dunque sono: perché è grazie al nuoto che oggi siamo ciò che siamo.

Vorrei concludere con la frase di chiusura di un bellissimo brano di Gian Mario Migliaccio dedicato al nuotatore: “E’ un ragazzo che quando vorrà ottenere un risultato importante nella vita saprà cadere una dieci cento volte. Ma si rialzerà, la sconfitta non lo disturberà, stringerà i pugni ed avrà in testa solo una cosa: lui ce la farà. È un ragazzo che quando crederà di aver tutti contro, dagli amici alla famiglia, saprà concentrarsi con sé stesso, saprà ragionare e saprà trovare una soluzione. Da solo, solo con sé stesso, lui ce la farà.

Guardatevi attorno, leggete negli occhi gli altri, cercate chi può avere nel vostro mondo le doti di questo ragazzo. Non faticherete molto, è anche lui di una specie diversa. Anche lui è stato un nuotatore.”


Potete trovare & ascoltare i Podcast Nuoto Dunque Sono in tutte le principali piattaforme di Podcasting.

Lascia un commento

Sconto del 15% fino a mercoledì ⇩

Sconto del 15% su tazze,

felpe & magliette, fino a mercoledì

RISCATTA ⇨